Diraspapigiatrici

Diraspapigiatrice, macchina realizzata per la separazione dell'acino d'uva dal raspo, progettata per essere molto semplice nell'utilizzo, ed economica nell'esercizio. Variatore di velocità che consente di diversificare le portate simultaneamente a tutti i componenti della macchina per regolazioni sempre perfette su ogni tipo di uva. Rulli in gomma registrabili ed escludibili, in materiale alimentare.

La diraspatrice è dotata di propria tramoggia di alimentazione, nella quale sono presenti griglie di sgrondo per togliere il mosto in eccesso ed una coclea che regola la quantità di prodotto con cui alimentare il battitore. L’uva ripresa dall’asse diraspatore dotato di parte terminale in gomma (manine), che ruota all’interno della gabbia forata (griglia) a fori adattati alle varietà d’uva e ai diversi modi di raccolta. La lamiera della griglia è a fori tondi  svasati e sbavati con imbutitura maggiorata che evita la lacerazione dei raspi. La velocità di lavoro è variabile e si possono adattare regolazioni per ottenere acini interi (nei mod. da 200 a 550 hl/h le velocità del tamburo e del battitore variano in modo indipendente l’una dall’altra). Gli acini cadono poi sui rulli in gomma regolabili, che assicurano una pigiatura adeguata, un sistema di sicurezza segnala la presenza di corpi estranei che possano impedire la corretta esecuzione della lavorazione.

dati tecnici-tecnical data
DIRASPAPIGIATRICI descrizione generale    DIRASPAPIGIATRICI dati tecnici